Categorie Alimentazioni: In cura.

Indicazioni nutrizionali per specifiche necessità

Alimenti o strategie nutrizionali possono essere di beneficio nella gestione degli effetti avversi delle terapie oncologiche.
Tali terapie sono progredite notevolmente negli ultimi decenni fornendo, ad oggi, sempre maggiori speranze di cura. Gli effetti avversi legati alle terapie oncologiche dipendono dal tipo e sede del tumore, dal trattamento a cui si va incontro e dalle condizioni del paziente. In tale contesto la nutrizione, se correttamente pianificata, può essere un’utile alleata.



  • Uno tra i più importanti effetti avversi che può interessare i pazienti oncologici riguarda la variazione del peso corporeo, che può avvenire in diverse fasi: prima della diagnosi, durante le terapie, o in seguito. Lo stato nutrizionale del paziente può influenzare positivamente o negativamente il suo percorso di cura, la risposta ai trattamenti oncologici, la qualità della vita e in alcuni casi il rischio di recidiva.

    La malnutrizione è un problema piuttosto frequente nel paziente oncologico, che varia a seconda della sede tumorale coinvolta, del grado di avanzamento della malattia e dei trattamenti effettuati. In alcuni casi però alcune terapie antitumorali possono determinare un aumento di peso come ad esempio le terapie ormonali o i cortisonici in uso cronico.